Rogue Mirco: A Star Wars Story

Aspettato o meno, mi è stato spiegato che è buona educazione lasciare uno straccio di report da parte del vincitore. Perciò senza ulteriori indugi, cominciamo.

 

[NdS (nota dello schiavo): in quanto umile scrivano, mi approprio indebitamente della firma di questo articolo, che è stato scritto dal sommo. Ogni errore o imprecisione è dovuto unicamente a me e subirò con gioia le fustigate che dovessero risultarne]

 


Non essendo un assiduo giocatore, non reputo necessario al fine del mio gioco essere informato delle ultime sgravate presenti nel meta corrente; di base preferisco pensare la lista al massimo una settimana prima dell’evento, giusto per avere il tempo di prenderci confidenza, giocandola almeno 2-3 volte. Solitamente chiedo aiuto a un certo Marco De Scordilli, capo di una squadra di sbandati con sede a Trieste (se a qualcuno facesse piacere sapere più nel dettaglio come la lista sia stata pensata allego il seguente link).

Per fortuna il luogo del torneo è relativamente vicino questo, tuttavia, non mi impedisce di dormirmela alla grande per tutto il viaggio di andata, per arrivare carico al primo turno.


SVIZZERA

TURNO 1

BYE

Davvero un lusso questo bye! Questa si che è vita! Non c’è cosa migliore che evitare lo stress e soprattutto il trambusto generale caratterizzato dalla formazione dei primi pairings.

E così, dopo una breve sosta al bar, me ne trono tra i tavoli a vedere le varie liste.  Con mio grande malgrado noto subito la presenza di diversi Dash, Miranda e soprattutto Nym.

Queste tre navi, a mio parere, erano quelle ASSOLUTAMENTE  da evitare, visto la loro capacità di arc dodging ed annessa fuga alla prima mia nave persa.

TURNO 2

Roberto Pezzutto vs Mirco Cleva: 100-0
Captain Nym (54)
Scurrg H-6 Bomber (30), Veteran Instincts (1), Twin Laser Turret (6), Extra Munitions (2), Harpoon Missiles (4), Proton Bombs (5), Proton Bombs (5), Trajectory Simulator (1), “Genius” (0), Long-Range Scanners (0), Havoc (0)
Miranda Doni (46)
K-wing (29), Twin Laser Turret (6), Extra Munitions (2), Harpoon Missiles (4), Sabine Wren (2), Thermal Detonators (3), Long-Range Scanners (0)
Total Points: 100

La mia solita fortuna. La prima partita si presenta sulla carta abbastanza segnata, e così si dimostrerà.

Nei minuti appena precedenti alla fase di schieramento apprezzo con grande malincuore la complessità sia dell’avversario che della lista. La possibilità di Nym di catapultare bombe prima o dopo il movimento mi rende praticamente impossibile evitare la bomba protonica in fase di approccio.

Schiero tutto sulla sinistra e divido in due gruppi il mio sciamino nel turno precedente all’ingaggio con Nym, mentre Miranda si appresta a colpirmi al fianco. Sono soddisfatto della fase di movimento successiva, visto che mi presento al primo ingaggio con Pava e Lowhhrick entro il range 1, e disposti in modo tale da poter essere sicuro di colpire Nym anche il turno successivo. La bomba sganciata da Nym con il range da 5 colpisce in pieno tutte le mie navi eccetto Fenn. In questo turno Roberto è particolarmente furbo e riesce a stare per un nulla a range 3 da Fenn, evitando uno stress con il tattico in fase di fuoco. La fase di combat si apre con il rumore dell’esplosione di Rex, che subisce un danno doppio dalla bomba e il danno extra di Sabine, mentre Pava (Lockato da Nym e Miranda) subisce il critico che ne riduce di 1 il valore di agilità (maledizione…).Il turno si chiuderà con Pava praticamente morto (3H rimasti)e gli scudi persi su Lowhhrick nel tentativo di salvarlo con Selflessness , avendo subito un doppio harpoon, uno dei quali con 5 dadi, visto che miranda si è tolta uno scudo. La mia risposta al fuoco è invece costituita dalla rimozione degli scudi di Nym.

L’assenza di Rex mi impedisce di bloccare Nym che al turno successivo fa esplodere Pava con la tlt e triggerando la condizione arpionato con il secondo tiro di torretta. Il bomblet e le successive protoniche annientano letteralmente le mie navi.

La partita finisce così con un 100 a 0 annunciato ma tuttavia molto frustrante. Ad ogni modo, ringrazio il mio avversario per la bella partita e non mi perdo d’animo, visto che alla fine sono venuto per stare in compagnia e per passare una giornata in modo alternativo.

TURNO 3

Davide Russo vs Mirco Cleva: 43-100
Lieutenant Dormitz (37)
Upsilon-class Shuttle (31), Fire-Control System (2), Courier Droid (0), Hyperwave Comm Scanner (1), Hyperwave Comm Scanner (1), Kylo Ren’s Shuttle (2)
Rear Admiral Chiraneau (63)
VT-49 Decimator (46), Adaptability (0), Kylo Ren (3), Rebel Captive (3), Gunner (5), Engine Upgrade (4), Dauntless (2)
Total Points: 100

Rientrando dalla pausa, trovo ad aspettarmi un match che sulla carta mi vede favorito, visto che la mia lista nel fuoco frontale può tankare praticamente quasi ogni tipo di colpo.

Sfruttando l’abilità di Dormitz, Davide, schiera Chirenau poco oltre la gittata 3 dalle mie navi, supportandolo inoltre con 2 segnalini evade. Al turno 1 ci spariamo subito, mentre Dormitz è ancora molto lontano.

Chiraneau cade dopo due turni senza fare danni significativi, spento sia dall’abilità di Fenn Rau che dal fuoco di soppressione di Rex. La partita sembra in discesa ma Davide, sfruttando il fatto che la mia formazione si era parzialmente separata per abbattere il Decimator, riesce a bumpare su Lowhhrick e Fenn abbattendo Rex. Pensando di poter chiudere la partita agevolmente sottovaluto il problema rappresentato dagli stress che la Upsilon mi assegna ad ogni turno, e così Davide è furbo a rimanere “bumpato” con Dormitz su Lowhhrick e Fenn, abbattendo anche Pava, che cercava di posizionarsi bene per i successivi turni.

L’upsilon è stata una sorpresa in positivo per me, rappresentando una minaccia reale, nonostante nel mio immaginario fosse una nave principalmente di supporto. I suoi dadi in attacco sono molti ma l’arco solamente frontale non gli permette di avere altri spari, mentre viene piano piano stressata ed abbattuta.

TURNO 4

Mirco Cleva vs Dario Schembri: 100 vs 24
Jess Pava (28)
T-70 X-wing (25), M9-G8 (3), Integrated Astromech (0)
Lowhhrick (32)
Auzituck Gunship (28), Predator (3), Wookiee Commandos (1)
Wullffwarro (40)
Auzituck Gunship (30), Predator (3), Rey (2), Finn (5)
Total Points: 100

In questo caso il mio avversario presenta una lista per molti versi simile alla mia. Giocando entrambi a 100, vinco al dado l’iniziativa, che decido di prendere, reputando che la partita si sarebbe risolta all’ingaggio iniziale e che la possibilità di muovere prima per evitare blocchi sarebbe stata di vitale importanza.

Dopo un primo turno di attacco a range 3 subisco però subito 2 danni su Fenn, nonostante pava perda uno scudo con draw their fire; mentre, complici molti evade e l’azione di rinforzo, io riesco solo a togliere uno scudo a Wulfarro. La partita sembra prendere una brutta piega ma rimango calmo sapendo che la partita si sarebbe decisa nel turno seguente, dove mandando avanti veloci Pava e Rex faccio bumpare le sue navi, mentre vado lento con Lowhhrick e Fenn, per avere uno sparo a range 2 per uberstressare Wulfarro. Nella fase di fuoco Wulfarro subisce molti danni ma riesce a rimanere con una vita complice dei dadi di attacco non esaltanti, mentre Dario è bravo a sfruttare la sua maggiore potenza di fuoco abbattendo Fenn Rau.

A questo punto, nonostante la distruzione di Fenn Rau, mi trovo con un notevole vantaggio in termini di posizione, visto che il mio Lowhhrick è sempre in grado di sparare, e che Pava facendo mosse identiche a Rex gli si trova sempre a range 1, trovandosi così nella possibilità di sparare con focus (grazie a pattern analyzer) e reroll. Wulfarro e Lowhhrick cadono nei turni seguenti, lasciando poi Pava da solo contro le mie navi superstiti, la quale verrà successivamente abbattuta.

ROUND 5

Mirco Cleva vs Marco de Scordilli
Poe Dameron (43)
T-70 X-wing (33), Veteran Instincts (1), R2-D2 (4), Advanced Optics (2), Autothrusters (2), Black One (1)
Lowhhrick (31)
Auzituck Gunship (28), Selflessness (1), Rey (2), Courier Droid (0)
Fenn Rau (26)
Sheatipede-class Shuttle (20), Veteran Instincts (1), Hotshot Co-pilot (4), R2 Astromech (1)
Total Points: 100

Ed eccoci quindi al turno che deciderà l’accesso alla eventuale top. Mi ritrovo contro quella che probabilmente è stata la lista più difensiva di tutto il torneo.
Mi appresto a giocare la partita sapendo che la mia probabilità maggiore di successo è rappresentata dal fatto che il mio avversario abbia appena perso un final salvo molto sentito e che sia quindi preoccupato dalla possibilità che questo si possa ripetere. Perciò dispongo gli asteroidi in modo che non intralcino la zona dove voglio giocare la partita, ossia nell’estremità frontalmente alla mia.

Il match comincia con l’avversario che come previsto schiera dal lato opposto al mio. Inizia così una logorante partita, durante la quale i primi turni vedranno una lunga guerra di posizione, visto che devo spostarmi nella parte di mappa dove ho deciso di giocare la partita, mentre il buon Desco deve inseguirmi, e per farlo rovina parzialmente la sua formazione, spostando Fenn Rau (il mio bersaglio primario) anteriormente a Lowhhrick e Poe. Arrivato nel campo di battaglia designato inizio a girare le mie navi, per iniziare lo scontro al successivo turno.

Inizia finalmente lo scontro, con Desco che per guadagnare un turno di sparo sulla tabella di marcia si vede costretto a passare sopra un asteroide con Poe che perde così uno scudo. Mentre Desco spara sul mio Fenn, io divido il mio fuoco tra il suo Fenn e sul suo Poe, stressandolo una volta e assegnandogli la condizione di Rex (per farlo giocare in maniera conservativa evitando di perdere una nave nei round successivi). Superata la fase di scontro frontale, Desco si ritrova con poco campo di fronte a sé, mentre io mi ritrovo con il campo libero frontalmente e quindi mentre con le altre navi combatto a distanze ravvicinate, con Fenn (la mia nave più danneggiata) vado dritto con manovre lente, allontanandomi dallo scontro ma sfruttando al tempo stesso il mio arco posteriore per usare l’abilità del pilota.

Le due liste sembrano poter reggere qualsiasi colpo, sfruttando i segnalini rinforzo e il fatto di tankare danni con Selflessness, nel penultimo turno tuttavia il Fenn di Desco cade vittima di un doppio danno che sarà decisivo, visto che Poe, lanciato all’inseguimento del mio Fenn da diversi turni, non riuscirà mai a raggiungerlo (Fenn chiuderà con 1 punto vita rimasta, mentre le mie altre navi non verranno danneggiate in modo significativo).


TOP

QUARTI DI FINALE

Liborio di Vincenzo vs Mirco Cleva: 14-47
Dash Rendar (53)
YT-2400 (36), Lone Wolf (2), Heavy Laser Cannon (7), Rey (2), Burnout SLAM (1), Smuggling Compartment (0), Outrider (5)
Captain Nym (47)
Scurrg H-6 Bomber (30), Veteran Instincts (1), Twin Laser Turret (6), Bomblet Generator (3), Accuracy Corrector (3), “Genius” (0), Engine Upgrade (4), Havoc (0)
Total Points: 100

La top si apre subito con un match che sulla carta mi sembra “complesso” per usare un eufemismo. Penso a gestire la partita in modo sereno, visto che comunque ho già raggiunto il mio obiettivo e tutto ciò che potrei ottenere da qui in poi, sarebbe un extra. Sapendo di avere un vantaggio considerevole in caso di final salvo mi preoccupo a tenere le mie navi in formazione, in modo da massimizzare la difesa; la perdita di una nave, infatti, potrebbe costarmi la partita, visto la superiore mobilità di Nym e l’agilità tra gli asteroidi di Dash.

Mentre Dash passeggia lentamente tra gli asteroidi il primo turno di fuoco si apre  con Nym contro Fenn e Pava, nel quale Nym perde due scudi. A questo punto vorrei provare ad inseguirla, così nel turno dopo perde un ulteriore scudo, mentre Dash si getta nella mischia ma non riesce a colpire Rex, complice un tiro ostruito. Nei turni successivi, a causa del bomblet, non riesco ad inseguire Nym, e perciò tento di recuperare una formazione difensiva mentre giro le navi.

È passato molto tempo da inizio partita ed il mio avversario capisce che deve attaccare con intensità per colpirmi. Detto fatto, con due turni di fuoco concentrati contro Rex, questi esplode. Mi ritrovo in svantaggio, con poco tempo a disposizione e co.

Nym è senza scudi, tuttavia non riesco ad inseguirla per via del bomblet. Mi getto all’inseguimento con le mie navi, Pava riesce a fare 1 danno, ma nel turno successivo, per conservare il focus in attacco, perdo gli scudi. Il focus almeno mi permette di lasciare Nym a 3 scafi. Nel penultimo turno mentre dash e le altre mie due navi si ingaggiano, Pava grazie al boost regalato con coordinate riesce ad entrare a range 3 di Nym e lasciarla ad 1 punto vita, mentre nel turno immediatamente precedente aveva limitato i danni contro Lowhhrick e Pava grazie ad un doppio doppio evade.

All’ultimo turno con il gong già suonato la partita si decide tra Lowhhrick e Nym (le uniche due navi a range che possono influenzare la partita) mentre Lowhhrick fa 2 hit su 3 con focus, Nym ne evade uno solo essendo privo di focus (vista l’azione di barrel-roll per uscire dal range 3 di Pava).

SEMIFINALE

Mirco Cleva vs Damjan Makuc: 20-0
Norra Wexley (41)
ARC-170 (29), Push the Limit (3), C-3PO (3), R2-D2 (4), Vectored Thrusters (2), Alliance Overhaul (0)
Poe Dameron (39)
T-70 X-wing (31), Adaptability (0), R5-P9 (3), Advanced Optics (2), Autothrusters (2), Black One (1)
Fenn Rau (20)
Sheatipede-class Shuttle (20), Adaptability (0)
Total Points: 100

La breve pausa mi permette di rifocillarmi e scambiare qualche parola con i miei compari. Noto con piacere l’approdo della mia recluta Pividori nell’altra semifinale contro la lista di Pezzutto che mi ha rastrellato durante il secondo turno.

La mia semifinale è tanto scontata nelle manovre quanto thrilling nel finale. Lo scontro avviene a centro mappa con il Fenn di Damian che cade al primo ingaggio mentre io me la cavo con 1 solo scudo perso su Lowhhrick. A questo punto, probabilmente sarei dovuto scappare, o quantomento allontanarmi, ma la sete di sangue mi tradisce e ingaggio Norra (grave errore).

Norra Tanka moltissimi danni, complice la presenza di r2d2, mentre il mio Lowhhrick perde vite e scudi inesorabilmente. Il penultimo turno si chiuderà con Norra con 3 hull rimanenti, inseguita da Pava, Rex e Lowhhrick, mentre Poe, in frontale infliggerà a Lowhhrick 1 pesantissimo hit e 2 crit. Lowhhrick sembra dover salutare il grande pubblico ma per fortuna, nonostante la concitazione del momento (con troppe persone attaccate al tavolo) mi rendo conto che sono a range 1 da Pava e quindi rimango con 1 vita grazie a draw their fire.

Norra è vicinissima all’angolo della mappa e sapendo che Poe per sparare dovrà fare una koyo, decido di sfiorare un asteroide con Lowhhrick per evitare il doppio fuoco, mentre con Fenn faccio in modo di essere a range di Poe per evitare che usi il focus in caso di doppio focus. Come previsto Norra non riesce a colpirmi nemmeno con il barrel-roll. Gli scontri a fuoco saranno uno sparo di Fenn su Poe (ininfluente visto che Poe non ha mai subito danni) Poe vs Lowhhrick a range 3, Pava e Rex a range 3 da Norra.

Ad inizio turno mi rendo conto che 3 hit potrebbero essere difficili ma fattibili (Pava senza focus e senza abilità) mentre 4 sarebbero quasi impossibili. Il mio avversario però dimentica di aggiungere uno scudo, a quel punto, per evitare di ottenere una vittoria che almeno per me sarebbe finta (e siccome le troppe persone attorno al tavolo erano effettivamente disturbanti, soprattutto dopo tante ore di gioco) gli aggiungo lo scudo. La fortuna mi premia, Poe fa 2 hit e Lowhhrick evade un danno col dado ed uno con il rinforzo.

FINALE

Roberto Pezzutto vs Mirco Cleva: 80-100
Captain Nym (54)
Scurrg H-6 Bomber (30), Veteran Instincts (1), Twin Laser Turret (6), Extra Munitions (2), Harpoon Missiles (4), Proton Bombs (5), Proton Bombs (5), Trajectory Simulator (1), “Genius” (0), Long-Range Scanners (0), Havoc (0)
Miranda Doni (46)
K-wing (29), Twin Laser Turret (6), Extra Munitions (2), Harpoon Missiles (4), Sabine Wren (2), Thermal Detonators (3), Long-Range Scanners (0)
Total Points: 100

Con grande rammarico non posso giocare la finale contro la mia recluta Pividori, e come se non bastasse mi tocca giocare contro la lista che più ho odiato nel torneo. L’unica cosa che mi tiene minimamente il morale alto è il fatto che il buon Desco mi dà sconfitto al 97%, allora, rinfrancato dalle sue parole, mi appresto a giocare.

Lo schieramento è uguale a quello del secondo turno, con le mie navi tutte a sinistra, Nym più o meno davanti e Miranda al centro. Cerco di essere creativo e divido leggermente lo sciame con Rex e Pava che muovono più veloci. Il mio unico piano è essenzialmente far tirare al mio avversario le proton e poi vedere cosa mi resta in piedi, non un piano elaborato, ma l’unico percorribile.

Esplode subito la prima Proton che col trajectory colpisce solo le mie due navi anteriori. Tutto bene, non fosse che il critico su Rex è doppio danno, che esplode visto il danno aggiuntivo di Sabine; Pava invece sparerebbe con un dado in meno, perciò scarto il droide per evitarlo. Devo, infatti, cercare di fare più danni possibili. Nel mentre Lowhhrick subisce due missili pesantissimi, ma Miranda si è avvicinata troppo alla mia formazione e viene stressata da Fenn.

Dopo il primo ingaggio, la situazione non è per nulla rosea con Lowhhrick con qualche danno assegnato e con Miranda senza 2 scudi (visto che uno lo ha perso per aggiungere un dado). Decido di andare tutto su miranda e sfrutto Lowhhrick per bumpare con una due stretta improvvisa (visto che non resisterebbe ad un ulteriore attacco) e il blocco riesce. Miranda subisce notevoli danni e resta con 2 vite, mentre Nym usa un’ulteriore bomba che esplode su sé stesso e Fenn.

Il turno seguente si dimostrerà cruciale ai fini della partita, visto che vedrà cadere Miranda che non riuscirà a scrollarsi Pava di dosso (visto che il turno prima, si era portato dietro di quest’ultima con una koyo). Nym, dopo aver sganciato l’ennesima Proton, si ritrova solo contro Lowhhrick a una vita, Fenn a 3 vite (che però si trova distante dallo scontro) e pava con uno scudo e 3 vite al suo inseguimento.

Pava cerca disperatamente di fiaccare Nym, che però evade e colpisce. Nel mentre, intuisco che se voglio abbatterla, devo stringerla a morsa tra le mie navi. Cerco un blocco su Nym, che fallisce di poco, che con l’ultima proton abbatte Lowhhrick prima della fase di fuoco. Pezzutto, ora in vantaggio di 1 punto, inizia ad allontanarsi con Nym, sfruttando il suo maggior potere di fuoco con la tlt.

Le mie  due navi restanti si sono invece finalmente quasi riunite, ma nel mentre, mi vedo costretto a passare con Fenn sopra una vecchia bomba sganciata da Miranda, visto che altrimenti non ci sarebbe modo di prendere Nym. La fortuna sembra voltarmi le spalle, 2 hit, con Fenn che si ritrova ad 1 punto vita.

Nella successiva fase di fuoco si sparano Fenn e Nym, con Pava appena fuori range 3. Fenn: hit e crit, con Nym che subisce i danni e si ritrova a 2 punti vita e con il danno critico che non gli permette di fare azione. Tlt Nym: 2 hit con focus (nella concitazione non avevo attivato l’abilità di Fenn, forse anche in parte rassegnato di perdere la nave), Fenn doppio evade secco.
Secondo tiro di Tlt: 2 hit, ma Fenn replica il doppio evade. Adesso, ricordando quel frangente, ancora mi sento frastornato: pare che tutti gli evade che non ho mai fatto nella mia vita siano apparsi proprio ora (ho una sfiga assurda con i dadi verdi, quindi tendenzialmente gioco navi che non ne hanno).

Nel turno successivo Nym cerca di scappare dietro un asteroide, con Fenn che si piazza a range 3 senza avere il tiro ostruito, ma col coordinate decido di far fare un boost a Pava per entrare in range. Fenn senza focus riesce a fare un danno a Nym (che non è riuscita a levare il critico), tutte e 3 le navi sono ad 1 punto vita. Nym tuttavia spara a pava (che ha focus) ma il triplo hit lo abbatte senza possibilità di replica.

Nell’ultimo turno ci si gioca la partita, cerco di muovere veloce con Fenn ma rimango a range 3 da Nym per questione di millimetri. Mi appresto a tirare con focus, sapendo che non avrei altre occasioni: 1 hit su 2, ma Nym con 2 dadi fa 2 focus, che non bastano ad evitare il danno.


Per concludere, desidero ringraziare gli organizzatori e i miei compagni di viaggio, che mi hanno permesso di poter adattare una lista nuova alle mie caratteristiche, e che mi hanno sostenuto tifando fino alla fine, anche nei momenti più difficili.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.